Sa Che Geomanzia Tibetana

Elementi sottili e grossolani

Secondo alcuni testi buddisti ci sono due aspetti degli elementi: phra.ba e rag.pa, rispettivamente aspetto sottile e grossolano.

Nella visione della medicina tradizionale tibetana gli elementi fisici hanno origine dagli elementi di una dimensione sottile che non può essere descritta fisicamente. Questa dimensione dello stato sottile si chiama dwangs ma (elementi allo stato puro). Il suono o vibrazione (dra) si addensa e si trasforma in luce (od) che diventa raggi (zer). Questi sono gli elementi delle emozioni.

Lo stato successivo si trova già nella dimensione fisica detta snyigs ma (elementi allo stato impuro). I raggi si manifestano come forma o materia (zug). Nella dimensione snyigs ma la forma/materia si manifesta come i cinque elementi: spazio (nam kha), che si condensa come aria (rlung), poi fuoco (me), acqua (chu) e, infine, terra (sa). Come elementi del corpo sono chiamati i cinque elementi interni (nag ‘brung) ed hanno una precisa distribuzione e connessione con le diverse parti del corpo. Ogni elemento in se stesso può essere diviso in diverse parti o aspetti. Per esempio, puro/sottile e impuro/ grossolano, o secondo le funzioni.

In una dimensione più grossolana, i cinque elementi si possono manifestare come i cinque elementi esterni, che sono anche detti i cinque elementi astrologici o khams: 

  • energia del legno (shing)
  • energia del fuoco (me)
  • energia del metallo (lcags)
  • energia dell’acqua (chu)
  • energia della terra (sa)